Dice benissimo Luca Tremolada, siamo assuefatti, quasi prigionieri di una logica assai strana e contorta, già solo a pensarci vengono i brividi. Purtroppo ci troviamo in un mondo in cui ci viene proposto ciò che altri vogliono, facendoci entrare in una assuefazione che poi diventa come fosse tutto normale. Ciò che i social, il TG, le trasmissioni televisive, i giornali ci propongono sono essenzialmente il quotidiano, dando priorità ad argomenti più o meno importanti che possono fare ascolti, questo è ciò che più conta per chi gestisce le comunicazioni. Si è parlato a non finire della guerra in Ucraina, cercando di trovare vittime e cranefici, saolvo poi  soppiantata poi dalla guerra nella striscia di Gaza, anche qui tutti alla ricerca di vittemi e carnefici. Oggi che scrivo, anche la guerra a Gaza è stata messa in secondo piano da un fatto di cronaca molto inquietante, il femminicidio di Giulia Cecchettin. La cosa più brutta è che questa tragedia, così come la guerra in Ucraina e a Gaza verranno presto dimenticate, solo il tempo che chi di competenza ci indirizzi altrove.

0 Comments

Leave a reply

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account