Nella società odierna si dibatte spesso sugli effetti psicologici provocati dai social network e sulla loro utilità. Molti infatti trascorrono eccessivo tempo sul loro smartphone e ciò ha come conseguenza una vera e propria dipendenza dalla quale risulta difficile allontanarsi.

Il telefono e i social network fanno parte della nostra quotidianità, e il loro utilizzo è ormai diffuso non solo tra i più giovani ma anche tra le persone più adulte che, spesso, non riescono più a farne a meno. Questa situazione ha ripercussioni evidenti sulla salute mentale conducendo a forme patologiche di dipendenza. Inoltre non viene adeguatamente percepito che le piattaforme online influenzano pesantemente i nostri comportamenti. La realtà che ci viene mostrata, grazie agli innumerevoli filtri che ognuno può applicare mentre fa una foto o un video, risulta essere solo una finzione. Ciò porta gratificazione ad alcuni, ma anche disagio e squilibri mentali ad altri: sono davvero tante le persone, soprattutto giovani, che hanno iniziato a soffrire di ansia, di disturbi alimentari o di depressione causati dalla nascita di canoni estetici che si è incapaci, o meglio, che sono impossibili da soddisfare.

D’altra parte c’è chi ritiene che il problema legato agli effetti psicologi che i social network provocano sull’individuo sia secondario rispetto all’utilità degli stessi social network. Il mondo digitale permette di condividere rapidamente contenuti testuali, immagini, video o audio con un numero elevato di persone e di interagire con loro.

Inoltre non possono essere tralasciati le conseguenze economiche derivanti dalla loro diffusione. Infatti non sono fonte di guadagno solo per coloro che li hanno sviluppati, ma anche per i cosiddetti influencer. Questi ultimi, esprimendo il loro parere riguardo un determinato prodotto commerciale, sono in grado di modificarne i trend di vendita grazie alla capacità di influenzare le opinioni ed i comportamenti di acquisto dei propri follower. Le campagne promozionali condotte sui social media dagli influencer, risultando più efficaci e meno costose rispetto alla pubblicità tradizionale, stanno sempre più prendendo piede.

Il nostro giudizio sui social media non può pertanto prescindere dalla piena consapevolezza che se, da un lato, le piattaforme social facilitano le comunicazioni e la condivisione di idee e aumentano le opportunità lavorative, dall’altro, possono rappresentare l’origine di molti problemi mentali e dipendenze soprattutto nella popolazione di più giovane età. È fondamentale dunque sfruttare il potenziale dei social network mantenendo tuttavia nel contempo la garanzia di un impatto sano e positivo sulla società.

 

 

0 Comments

Leave a reply

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account