Da qualche giorno con la professoressa di economia, Donatella Rescigno, abbiamo avuto modo di conoscere la proposta dell’unione Europea, dell’Euro digitale. La docente ci faceva notare che l’euro digitale sarà una forma di valuta innovativa, emessa dalla Banca Centrale Europea (BCE). La moneta servirà come complemento alla moneta fisica e ai pagamenti elettronici già esistenti, offrendo una opzione di pagamento aggiuntiva che potrebbe semplificare le transazioni finanziarie. La BCE ha ipotizzato l’emissione probabilmente non prima del 2028. Gli importi come ci ha spiegato il docente saranno memorizzati in un portafoglio elettronico ( wallet) che gli utenti potranno creare presso la propria banca o un intermediario pubblico. Con l’euro digitale “l’area euro” sarebbe più solida; questo sistema potrà sostenere l’autonomia e la sovranità monetaria economica dell’europa, rendendo il nostro panorama dei pagamenti più resistente e competitivo, rispetto ai fornitori di servizi non europei. La moneta si potrebbe chiamare (CBDC): questo tipo di pagamento potrebbe prevenire le frodi.

0 Comments

Leave a reply

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account