Ultimamente ai telegiornali, sui giornali o dovunque, sentiamo parlare del fenomeno della violenza nella famiglia. Io sono veramente sconvolta da ciò, perché nessuno dovrebbe mai esercitare atti violenti ne sulla propria famiglia, ne su se stesso, ne su altre persone. Se dovesse capitarmi di avere un amico/a che mi confessa di subire violenze in famiglia, o che magari suo padre molesta sua madre, io gli starei accanto, lo conforterei, gli darei una mano. Principalmente gli darei coraggio, forza per denunciare questa situazione insostenibile e dolorosa. Denunciare un atto così è molto difficile, ma soprattutto pauroso, perché abbiamo paura di come reagisca l’aggressore e che magari si sfoghi su di noi. Questa situazione non è facile e bisogna trattarla con attenzione e prudenza. La prima cosa che farei e convincere il mio amico/a a parlare di ciò con i miei genitori, affinché possano darci un consiglio su come agire, poi lo convincerei ad esporre l’argomento ad un avvocato ed infine alla polizia affinché il colpevole venga preso ed aiutato a risolvere i problemi mentali che lo hanno portato ha commettere tutto ciò che ha fatto. So che non è facile, ma amico/a io ti sono vicina, ti sostengo e sarò sempre dalla tua parte per aiutarti in questo momento davvero difficile per te.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account