Sono molti i bambini che giocano oramai ai videogiochi vietati ai minori e la colpa è esclusivamente dei genitori e dei commercianti.
Dei genitori perché comprano o lasciano comprare questi giochi ai loro figli,e dei commercianti perché non si fanno scrupoli nel venderli. Per me sono più che altro i bambini piccoli,tipo da cinque o sei anni a essere coinvolti perché prendono alla lettera tutto quello che vedono o che sentono e quindi lo riproducono nella realtà con i loro coetanei e questo è molto grave. Comunque per me i videogiochi non andrebbero vietati come è vietato un pacco di sigarette ma andrebbero solo fatte delle sanzioni ai commercianti che li vendono così i bambini tornerebbero a socializzare come una volta e non ci sarebbero più molti criminali come ora. Quindi non dico che sono proprio da vietare ma dico solo che i genitori dovrebbero preoccuparsi di più su quello che fanno i figli e che i commercianti prima di pensare a se stessi dovrebbero preoccuparsi del futuro dei bambini.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account