Ed è così che anche in Italia, in particolare sui banchi parlamentari, arriva il tema delle unioni civili per gli omosessuali e della conseguente possibilità di poter adottare un bambino, più formalmente chiamata “Stepchild adoption”, introdotta dalla senatrice Cirinnà. Dell’argomento si è sentito parlare per almeno due settimane intere, che hanno diviso opinionisti, partiti politici ed esponenti della chiesa. Una parte della destra capeggiata da Giorgia Meloni, che proprio in questi giorni ha rivelato ai microfoni di essere incinta…..pur non essendo sposata, è contraria sia alle unione che alle adozioni; i più moderati, come Forza Italia, dicono di no solo alla possibilità di poter avere un bambino; la sinistra, invece, sembra non avere dubbi e si fa fotografare coesa con le sveglie rosse. Molti personaggi pubblici si sbilanciano: è il caso di Luciana Littizzetto, la comica torinese che, sia in tv che sui social, si domanda: “Di cosa abbiamo paura?” Le fanno l’eco anche volti storici della televisione come Mara Venier e Giletti. Vittorio Sgarbi, critico d’arte, infuria su Facebook: “Un bambino deve avere il diritto di avere un padre ed una madre, e una madre non può avere la barba o i baffi.”
Insomma, c’è chi protesta a Milano sotto il grattacielo, con la scritta “Family Gay”, e chi al Circo Massimo fa da controparte. La cosa certa è che si tratta di un argomento molto delicato e che i primi a parlare dovrebbero essere psicologi, dottori e chi realmente se ne intende. Che due persone dello stesso sesso rendano ufficiale il loro amore può piacere o meno, ma è un fatto privato, sul quale quasi tutti sono d’accordo. L’aspetto che fa più discutere è quello della stepchild adoption. Le figure di un padre e di una madre sono essenziali per poter crescere in modo sano e naturale, con l’amore che solo assieme sanno donare: forse è vero che un bambino può ricevere più affetto da due madri o due padri piuttosto che in un orfanotrofio, ma non può essere una giustificazione valida per poter assegnare un figlio ad una famiglia che non sia quella tradizionale.

0
Commenti
  1. martinamaida 5 anni ago

    l’immagine che hai scelto mi piace molto perch

  2. giadinca 5 anni ago

    Ciao dalla redazione i Carbo..Idrati!
    L’immagine che hai scelto

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account