Da tempo ormai assistiamo a una situazione molto brutta, quella dei migranti, che partendo dalle zone più povere dell’Africa e del Medioriente, tentano il viaggio più difficile e pericoloso della loro vita per costruirsi un nuovo futuro in luoghi che possano garantire loro la sopravvivenza, vale a dire l’Europa. Purtroppo, molto spesso, le loro speranze si infrangono nel mare perché le condizioni in cui compiono il tragitto sono precarie; ciò è causato dal fatto che ci sono di trafficanti che pensano solo agli affari propri fregandosene di queste persone. Per cui ogni giorno c’è una nuova tragedia in mare. Parallelamente a tali fatti, i capi degli stati europei stanno cercando di trovare una soluzione che risolva la grave situazione dei migranti, ma è molto difficile perché questo è un problema che affonda le radici nelle lontane zone di provenienza, ma determina conseguenze negative anche da noi, basti pensare ai pregiudizi, ma anche ai costi delle operazioni di salvataggio e di mantenimento… e tutto questo secondo tante persone, tra cui me, per colpa dei trafficanti che ingannano con promesse che non mantengono, lasciando molte persone al destino e guadagnando ricchezze assurde. Secondo il mio punto di vista, il nuovo piano europeo potrebbe contribuire ad impedire tragedie di questo genere, ma comunque il problema è lontano dall’essere risolto, perché al massimo diminuirà lievemente il numero di chi, per disperazione, spera di cambiare vita cambiando luogo.

Daniele Lambertucci

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account