Essere costretti a fuggire dal proprio paese a causa della guerra è una situazione che nessuno vorrebbe vivere, eppure esiste ed è anche peggiore di quanto crediamo. Centinaia di somali, siriani e tanti altri quasi ogni giorno mettono la propria vita nelle mani del destino nella speranza di arrivare sani e salvi in Europa, soffrono veramente molto, stanno male durante i lunghi e tortuosi viaggi, arrivano quasi in fin di vita.
La cosa spaventosa di questa situazione è che ci sono politici che hanno il coraggio di chiudere le frontiere, cancellando il naturale diritto alla vita di ognuno. Nessuno di coloro che opta per la chiusura delle frontiere ha mai provato a immedesimarsi nella condizione dei migranti, chiedendosi cosa proverebbe se dovesse accadergli un fatto del genere. La loro risposta è “l’Europa sarà popolata da neri”, e questo non è accettabile.
La soluzione che io propongo è di investire su queste persone, che hanno mille risorse, checché noi crediamo. Investire sulle loro capacità significa conoscerle e sfruttarle, nel senso buono del termine. Sono convinta che l’integrazione sia l’arma vincente: non bisogna essere spaventati da loro, non sono criminali, sono persone come noi, se non con una marcia in più, disposti a tutto pur di vivere.

0
1 Comment
  1. ricanews 3 anni ago

    Fantastico questo tuo articolo! Sei riuscito ad esprimere molto bene quello che dovrebbe diventare il pensiero e l’idea di tutti. Sicuramente questo cambio di vedute aiuterebbe gi

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account