Non sempre i ragazzi della mia età si interessano di politica,ancora non votiamo e quindi ci sembra qualcosa distante dal” nostro mondo”.In famiglia se ne parla nel momento in cui vi sono le elezioni o quando viene proposta una nuova legge; qualche volta si discute a scuola con qualche insegnante più attento ai problemi del momento e che ci sprona a dare la nostra opinione su fatti che interessano la politica nazionale ed internazionale.Talvolta capita di fare accesi dibattiti sull’operato di questo o quel politico,dell’onestà o meno di chi ci governa ma la domanda che ci è posta dal giornalista Luca Tremolada è interessante e richiede un attimo di riflessione.Non avevo mai pensato a ciò che accade dopo l’approvazione di una legge,i giornali ci danno la notizia e tutto finisce lì,sappiamo che c’è e che deve essere applicata nel momento in cui lo si richiede.Invece dobbiamo soffermarci e capire come verrà attuata. Sono venuto a conoscenza dei cosiddetti decreti attuativi,esplicazione della neonata legge nei vari contesti
e situazioni ,insomma altre “leggine” che spiegano come “utilizzarla”.
Non è facile seguire tutto questo perchè non sempre i giornali riportano i vari passaggi.Dovremmo noi interessarci a trovare informazioni ,il “rating”di cui parla Tremolada per valutarne gli effetti.Ultimamente,ad esempio,si è parlato della legge sulle unioni civili,tutti abbiamo discusso anche sul quotidiano in classe con tanto interesse auspicandone l’approvazione.A qualche settimana di distanza,”monitorando” la situazione,ho potuto costatare che
non tutti gli emendamenti presentati sono stati approvati specialmente quelli riguardanti le adozioni ,la strada che apriva al cosiddetto “utero in affitto”è stata sbarrata e credo sia giusto così.Molte sono state le proteste ma non credo che possa essere contemplato in Italia.Adesso la legge sarà in vigore e dovremmo vederne gli sviluppi.Che cosa cambierà se in bene o in meglio nella società italiana lo potrmo “vedere”tra qualche tempo.Così come stiamo vedendo gli sviluppi della cosiddetta legge sulla “Buona scuola”su cui noi studenti abbiamo protestato tanto in tutte le piazze italiane ma senza conoscerne tutti gli aspetti,alcuni magari negativi ma alcuni certamente positivi.Il fatto è che dobbiamo interessarci di più non tanto di politica dal punto di vista delle ideologie, se ce ne fossero, ma soprattutto dal punto di vista dell'”esercizio” della politica,cioè su cosa viene fatto dal nostro governo.

0
Commenti
  1. mikyreporter 5 anni ago

    Mi piace moltissimo lo stile con cui hai descritto la situazione e la tua considerazione sui fatti. Sono d’ accordo con te e ritengo che questo concorso sia una ottima possibilit

  2. ricanews 5 anni ago

    Sviluppato molto bene l’argomento proposto dalla testata giornalistica, con un valido esempio della nuova norma sulle unioni civili. Hai espresso in modo chiaro e scorrevole la tua opinione sulla politica, concludendo molto bene il testo, hai ragione che dobbiamo essere cittadini pi

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account