Sono convinta che per seguire la politica si debba avere un minimo di formazione di diritto, altrimenti non si capirebbe nulla dei ‘paroloni’ che dicono i nostri politici e di conseguenza sarebbe davvero facile per loro prenderci in giro. Non è una novità infatti, che usino giri di parole, che lancino riforme per poi cambiarle. Una delle riforme più attuali che è stata lanciata e poi modificata è la Riforma Cirinnà. Devo ammettere che dopo 30 anni dalla sua uscita, siamo riusciti ad affermarla solo adesso. Ma non solo, l’abbiamo pure cambiata! Il Premier Renzi, quando era ancora un sindaco che nessuno conosceva, aveva affermato che avrebbe fatto di tutto per aiutare una coppia , che era formata da due sue colleghe, a concretizzare i diritti del loro bambino e non solo, ma che quel bambino avrebbe avuto gli stessi diritti di suo figlio! Sono passati pochi anni, e ovviamente la sua idea è cambiata, difatti dice di no alle stepchild adoption. Dire di no a quest’ultima voleva dire cambiare la Riforma, ma questo non ha smosso il nostro Premier. Infatti sono andati avanti, hanno deciso che le coppie gay non avranno l’obbligo di fedeltà dopo il matrimonio! E mentre tutto questo avveniva, sradicando completamente la Riforma Cirinnà, il Premier scrive su twitter, dopo l’approvazione delle modifiche: “Ha vinto l’amore!”. Non credo che l’amore abbia vinto qualcosa, se non il consenso di avere amanti durante il matrimonio. Questa è solo una delle Riforme che hanno modificato nonostante il Parlamento era in maggioranza per la Riforma così com’era!
Spero, infine, che questi ‘politici’ si ritirino per vergogna e che l’Italia si stabilisca con politici capaci.

0
1 Comment
  1. mikyreporter 5 anni ago

    Mi piace moltissimo lo stile con cui hai descritto la situazione e la tua considerazione sui fatti. Sono d’ accordo con te e ritengo che questo concorso sia una ottima possibilit

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account