Stiamo vivendo un periodo non molto facile: attacchi e attentati sono quasi all’ordine del giorno; i Paesi non sono ancora del tutto usciti da una crisi economica che imperversa dal lontano 2008, ossia da quasi 10 anni; nei Paesi meno sviluppati in cui mancano le norme igienico – sanitarie, muoiono troppi bambini, troppe persone.
Se riflettessimo su tutte queste cose, credo che ormai sia quasi impossibile riuscire a pensare positivo. Come si può restare indifferenti di fronte a innumerevoli persone che stanno perdendo la vita? È molto difficile non bisogna mai deprimersi né chiudersi in se stessi. Al contrario bisogna cercare di reagire per riuscire a cambiare questo nostro mondo. Sono consapevole che è molto difficile ma dobbiamo unirci tutti e sostenerci a vicenda per uscire da questo periodo buio.
Soprattutto noi giovani dobbiamo riuscire a ribellarci; abbiamo ancora una vita davanti e non dobbiamo sprecarla a deprimerci. Sono convinta che per risolvere qualsiasi problema dobbiamo prima di tutto vedere il lato positivo delle cose; il resto verrà da sé!

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account