Attualmente, con tutti i disastri, tutti i broblemi, tutte le uccisioni, con la crisi, gli inganni, le delusioni, le promesse non mantenute è davvero molto difficile per noi giovani pensare in maniera postiva.
Se ci fossero degli elementi o delle situazioni migliori di quelle che stiamo vivendo adesso, allora qualche pensiero positivo ci può anche essere da parte di noi giovani e ci sarebbero anche più speranze per le generazioni successive.
Non vorrei essere pessimista, ma non è affatto facile pensare ad uno stile di vita collettivo migliore di quelo che stiamo vivendo ora.
Insomma pensare che verrà un giorno in cui l’isis scomparirà e non ci saranno più ucccisioni; pensare che i terremoti potessero mai terminare oppure avvenire senza causare la distruzione di miglia di case e la morte di miglia di persone; pensare che non ci saranno più guerre o che la crisi prima o poi finirà, senza mai più tornare; pensare che non ci saranno più litigi in famiglia e che nessuno mai più ucciderà un suo famigliare è qualcosa che non potrà mai accadere, o meglio accade solo nelle favole che i nostri genitori ci raccontavano quando eravamo bambini.
Certo non voglio dire che sia sbagliato pensarla in questa maniera, anzi, sarebbe bello che tutti la pensassero così, almeno ci sarebbe la speranza di vivere al meglio. Ciò, però non è da tutti, infatti, secondo me sono davvero poche le persone che la pensano in questo modo.
Perciò la mia risposta alla domanda “Secondo voi, al giorno d’oggi, riusciamo ancora a “pensare positivo”?” io rispondo no, non è possibile che si riesca ancora a pensare positivo, tranne quelle persone che vogliono davvero cambiare il mondo.

1 Comment
  1. sarabee 7 anni ago

    Articolo carino ma un po’ scontato. Alcuni termini non suonano bene e sarebbe meglio se fossero sostituiti da sinonimi. Forse troppo personale con tanti commenti propri e riferimenti solo a pochi fatti e in generale senza essere minimamente approfonditi. Mi sembra poi che ci sia un passaggio troppo forte da una visione ottimistica a una visione troppo pessimista. A volte le virgole sembrano messe a caso. Nel complesso

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account