Ricoprire la carica di presidente è un ruolo impegnativo, richiede sicuramente molto tempo quanto l’ambizione di rendere l’Italia un luogo migliore, di quello che è.
Prima di diventare il presidente della repubblica mi faccio carico delle mie responsabilità in quanto candidata per un ruolo importante, esporrei i miei progetti per il paese per dare un anticipo del futuro e convincere gli elettori a votare per me senza dover rincorrere a dei trucchi.
Se fossi il presidente, la prima cosa che farei sarà esultare e prolungare le vacanze durante l’anno scolastico, a parte gli scherzi avrei in mente qualcosa oltre il tema della scuola.
Penso che l’Italia ha un’ottima Costituzione che tutela in modo molto ampio i diritti fondamentali di ogni cittadino, perciò non mi soffermerei nel promulgare nuove leggi per porre regole ai comportamenti, ma mi darei da fare nel rinnovare principalmente la morale di ogni individuo.
Come rinnovarla? Secondo me, attraverso i mezzi di comunicazione come la televisione, davanti alla quale, fin da piccoli, gli italiani trascorrono ore e ore delle loro giornate.
Oltre la morale bisogna trovare un modo, una soluzione, per migliorare le condizioni economiche del paese, ma cosa sanno i giovani di economia e politica? Perciò proporrei di introdurre come una materia scolastica importante “diritto-economia” che aiuterà a fornire una conoscenza più vasta del nostro paese. In una democrazia, ogni cittadino ha il diritto si influire in parte sulle decisioni degli altri, ma come può farlo se non è informato? Attraverso lo studio vorrei che le persone conoscessero il valore del loro pensiero e che potessero diventare dei validi presidenti futuri.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account