Nel mondo di oggi ormai le persone sono abituate a sentire continuamente persone che non hanno un lavoro, una casa e dei soldi per nutrire la propria famiglia.
Questo provoca molta sottavalutazione del problema da parte delle persone più “benestanti”.
Io senza indugi il dollaro lo darei a chi è in difficoltà, a tutti coloro che pur di non fare morire la propria famiglia fanno l’elemosina abbassando la propria dignità a zero.
Il motivo principale per cui darei il dollaro a loro è perché io penso che a una persona che ha una casa, un lavoro e altri privilegi quel dollaro probabilmente non farà la differenza cosa che al contrario potrebbe fare al mendicante davanti la chiesa che lo potrebbe usare per comprarsi da mangiare.
Questo per dire come un dollaro dato a chi ne ha bisogno può aiutare a crescere, o anche solo a sopravvivere per un giorno in più.
Molti criticano le persone ricche perché non donano ma ognuno deve fare la propria parte dall’operaio che anche se arriva si e no a fine mese e dona comunque cinque euro fino all’ presidente di una grande multinazionale che ogni mese dona più di un milione di euro.
Sinceramente penso che non ci sia cosa più bella di far del bene agli altri, questo lo so la maggior parte delle volte è complicato ma con molta bontà e impegno si può migliorare la vita di molte persone.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account