Molte volte,passegiando per la città,in via Mazzini o anche in piazza Bra,mi capita di lasciare qualche monetina ai vagabondi o alla gente povera,che chiedono elemosina. Poco tempo fa,mi sono ritrovata davanti un ragazzo,un senza tetto,con dei cani.Pioveva a dirotto e lui era li,sull’asfalto,a coprire i cani per non farli bagnare dalla pioggia. La gente passava e non lo calcolava neanche. Mi si è ristretto il cuore,e penso a come la gente finisca così,da un momento all’altro senza niente,per strada. I miei genitori mi hanno sempre detto di aiutare la gente in difficoltà perchè tutto può succedere in questa vita,oggi tocca a lui domani potrebbe toccare a noi.
Mi sono avvicinata a lui e gli ho lasciato un paio di monete,non vi dico nemmeno la felicità che aveva in volto,per quei pochi spiccioli.
Credo che la domanda sia anche abbastanza inutile,perchè non donare un dollaro alle persone povere? E’ anche vero che i soldi non fanno la felicità ma senza non si può vivere.Ormai tutto è basato sui soldi,tutto viene comprato,tutto viene pagato..partendo dall’istruzione alla sanità,dai fabisogni al divertimento.
Considerando che vengo da un paese arretrato,dove o sei ricco o sei povero,dove la gente per i soldi è pronta a sbranarsi tra di loro,dove non c’è rispetto e generosità e dove la gente potente non si preoccupa dei lavoratori,quindi mi chiedo,perchè dare il dollaro alla gente fortunata quando possiamo aiutare il prossimo? Un po’ di bontà non guasterebbe in questa società.

1 Comment
  1. martinamaida 7 anni ago

    complimenti, hai scritto un bell’articolo.

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account