Se dovessi scegliere a chi dare un dollaro tra un ricco e un povero naturalmente lo darei a un povero; ma se fosse il più ricco in quel momento ad averne più bisogno?
Certo il povero non ha niente e sarebbe più giusto darlo a lui ma facendo scout mi è stato insegnato di aiutare tutti coloro che sono in difficoltà quindi se quel dollaro può cambiare la vita di quel ricco perché non farlo, io non sono nessuno per giudicare.
Fin dal passato tutti hanno interpretato come aiutare il prossimo aiutare il povero cioè quello che non ha niente e se avesse fatto questo dono sarebbe stato riconosciuto come una persona mesericordiosa, ma misericordia nell’ambito scout vuol dire fare un servizio a chiunque ti capiti davanti.
In tutte le religioni e in tutti i credo aiutare il prossimo, appunto, vuol dire aiutare chi ha più bisogno infatti Gesù nel Vangelo prende i poveri solo come esempio perché se fosse stato un ricco in difficoltà non penso che non lo avrebbe aiutato.
Quindi alla fine l’importante è il gesto che fai al bisognoso e non importa chi è perché tutti sono uguali nel momento di aiuto.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account