Le 62 persone più ricche del mondo (la più ricca è Bill Gates, proprietario di Microsoft), secondo un studio della charity britannica Oxfam ad oggi possiedono un patrimonio equivalente a quello della metà più povera della popolazione mondiale. Lo scarto tra super-ricchi e poveri negli ultimi 12 mesi è accresciuto moltissimo, poiché la ricchezza della metà più povera della popolazione mondiale (circa 3,6 miliardi di persone) è scesa del 41% (pari a mille miliardi di dollari) dal 2010 a oggi, mentre la ricchezza delle 62 persone più ricche del pianeta è aumentata da 500 miliardi a 1.760 miliardi di dollari. Nel rapporto si sottolinea come “questa diseguaglianza sia in continua e costante crescita e renda necessarie misure volte a invertire la tendenza”.
Ma ci sono leader che parlano oggi dell’urgenza di correggere la distribuzione ineguale della ricchezza? A parte Papa Francesco e Obama, nessuno. Il tema è praticamente scomparso dal dibattito politico corrente e dai talk show televisivi, tanto che sembra sempre più complicato trovare una risoluzione.
Nel rapporto dell’ Oxfam si parla anche dei numerosi paradisi fiscali, dove si ritiene siano nascosti oltre settemila-seicento miliardi di dollari di beni privati, che sfuggono così alle tasse e ai sistemi fiscali dei rispettivi paesi.
Un primo passo verso l’eliminazione di queste ineguaglianze sarebbe la promulgazione di leggi miranti alla cancellazione di questi paradisi fiscali per far in modo che i 62 super-ricchi usino le loro vastissime risorse per aiutare i più poveri, creando nuovi posti di lavoro e riavviando così l’economia. Un esempio virtuoso è comunque dato da personaggi molto famosi come Bill Gates della Microsoft o Marc Zuckerberg di Facebook. Quest’ultimo è balzato ultimamente ai primi posti della classifica dei potenti più generosi del pianeta in quanto ha deciso di donare in beneficienza nel corso della propria vita il 99% delle azioni della propria azienda per promuovere obiettivi come “l’uguaglianza di tutti i bambini della prossima generazione”.
Speriamo che queste non siano solo parole e che creino un vero e proprio effetto domino tra gli altri super ricchi.
Falbi2310
Galileo Ferraris
Torino
Special news

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account