Al giorno d’oggi la nostra società è divisa in due: vi sono coloro che non hanno soldi per mangiare e vivere, poiché, ad esempio, sono senza un lavoro, e poi c’è quella poca percentuale di popolazione che è ricca, possiede molte case e automobili, ma che, però, tiene tutti i soldi che possiede per se, invece di pensare di poterli investire per creare, ad esempio, qualche azienda, in modo offrire dei posti di lavoro a quelle persone che non ne hanno, o anche delle strutture dove i più poveri, come coloro che non hanno una casa dove stare, possono andare non solo a mangiare, ma anche a dormire, in modo da avere un tetto sotto cui vivere.
Se io avessi dei soldi a mia disposizione, anche fosse un semplice dollaro, sono sicura che li darei ai più poveri per due ragioni: la prima é che, anche se un dollaro in sé non è molto, almeno le persone potrebbero usarlo per comprarsi qualcosa, anche un semplice panino; la seconda, invece, è che io non darei mai del denaro a chi già ne ha abbastanza, perché comunque secondo me la persona ricca lo userebbe solo per sé, anziché pensare che potrebbe unirlo al proprio denaro in modo così da poter fare qualcosa per gli altri.

Commenti
  1. gigi29 7 anni ago

    Ciao smelly,post davvero interessante e sincero.
    Le tue parole si rispecchiano completamente con i miei pensieri..
    Il mondo sta cadendo sempre pi

  2. 00fede 7 anni ago

    Post davvero eccezionale!!
    Hai detto delle cose giustissime.. Hai un gran senso dell’umanit

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account