È sconcertante e molto frustrante sapere come 62 persone possano coprire col loro patrimonio la ricchezza di mezzo mondo, è una cosa inimmaginabile, inaccettabile.
Il dollaro a chi lo darei? Dipende dalle premesse.
Un dollaro non può fare la differenza a persone che hanno poco o nulla, mentre se, dato a persone con marcate abilità di gestione economica, può fruttare a dismisura.
Perciò stabilirei un accordo col plurimiliardario, ossia un piccolo compenso se mi fa fruttare il dollaro, quindi devolverei il ricavato per una giusta causa.
La povertà è una una grave piaga di cui noi purtroppo ci dimentichiamo troppo spesso, a cui siamo a volte indifferenti.
Facciamo abbastanza per evitarla? No, non credo, ma non sono nemmeno troppo pessimista: sono certo che la maggior parte dei ricchi faccia beneficenza e che anche la mia generazione sia più sensibile al problema di quanto si pensi, la generosità, magari in piccole dosi, esiste.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account