Dopo gli attentati avvenuti in Francia, in particolare, nella capitale Parigi, si è diffusa la paura di essere coinvolti in qualche attentato. Altri avvenimenti di questo tipo si erano verificati in altre parti del mondo, infatti numerosi paesi africani hanno subito attacchi terroristici. Questi però non hanno suscitato particolare scalpore perché da molti sono stati percepiti come avvenimenti lontani da noi. In seguito ai fatti di Parigi il mondo occidentale è piombato nel terrore in quanto i terroristi hanno dato prova di poter colpire ovunque, creando una situazione di guerriglia anche all’interno di un paese sviluppato come la Francia portando un’atmosfera di paura.
Facendoci prendere dal terrore assecondiamo solo i loro obiettivi. Per combattere questi atti terroristici dobbiamo sforzarci di mantenere le nostre abitudini, continuando a frequentare cinema, discoteche, bar, stadi e altri luoghi pubblici e soprattutto continuando a viaggiare in tutto il mondo.
In conclusione, non dobbiamo dimostrare di aver paura di loro perché sappiamo che le persone di tutto il mondo sono dalla nostra parte e, come noi, pensano che bisogna preservare la pace senza scatenare più guerre. Loro, invece, sono solo una piccola minoranza che cerca, con mezzi violenti e scorretti, di riuscire ad imporre i loro ideali, ma possono essere facilmente annullati con l’indifferenza perché il loro scopo è attrarre l’attenzione.

0
1 Comment
  1. erika3 5 anni ago

    ciao,il tuo post mi piace molto, sono d’accordo con quello he scrivi, infatti penso pure io che facendoci prendere dal terrore assecondiamo solo i loro obbiettivi anche se un po’ di paura

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account