Dopo gli ultimi attacchi terroristici in Francia e le numerose rivendicazioni contro l’Europa e in particolare contro l’Italia, è innegabile che fra la popolazione europea si sia diffusa la paura. Proprio per questo in Europa si stanno prendendo numerosi provvedimenti contro l’ISIS. In Francia Hollande ha deciso l’irrigidimento delle leggi anti-terrorismo e lo stanziamento di nuovi fondi per la sicurezza nazionale (come l’assunzione di migliaia di funzionari di polizia e rafforzamento dei controlli sulle frontiere). Inoltre il ministro degli interni Bernard Cazeneuve ha annunciato la chiusura delle moschee radicali. In Italia è stata intensificata la vigilanza nelle stazioni, aeroporti e metro soprattutto a Milano , Venezia e Roma , nella quale la preoccupazione è molto alta soprattutto in vista del Giubileo che avrà inizio l’otto dicembre. Nei prossimi giorni avverrà un incontro fra gli stati della Nato e i rappresentanti dei maggiori social network ( Facebook, Twitter) per dare inizio a un controllo di tutti i profili. Io penso che, anche se estrema, si tratta di una decisione giusta e un modo concreto per visualizzare e sventare possibili organizzazioni terroristiche. Sono disposto a uscire solo la notte per la mia sicurezza e quella degli altri, anche se non voglio farmi intimorire dall’ignoranza di queste persone. La violenza deve essere combattuta, non temuta.

0
1 Comment
  1. federotulo 5 anni ago

    Sono d’accordo, anche se drastiche, queste misure dovevano gi

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account