So per certo che, prima o poi , per qualche errore, per un benedetto motivo, i terroristi… perderanno. Non bisogna aspettare troppo i loro passi falsi, però, restando “ con le mani in mano”, ma neanche andare a bombardare centinaia , se non migliaia di innocenti siriani e non solo.
Sono rimasto deluso dal mondo, perchè si fa intimidire da uomini pazzi che non hanno religione, anche se, li hanno etichettati, per loro stessa definizione, islamici.
Il mondo è pieno di criminal,i ma non per questo il mondo diventa tutto criminale .
Sono anche perplesso sul fatto che 1 miliardo e 800 milioni di musulmani ci sta rimettendo la propria reputazione; essi devono sempre prendere le distanze, estraniandosi da questi fatti, anche se in prima linea a combattere in modo concreto questi invasati , sono i curdi che in gran parte sono musulmani;
Il miglior modo per combattere la paura e l’odio che vuole verso di sé, e che ha già generato l’Isis, è l’istruzione, quindi, prima di definire l’Islam come una religione terrorista , bisogna andare a INFORMARSI sulle sue origini, pilastri e modi vivere. Quale metodo migliore per saperne di più su questa religione se non quello di andare direttamente alla sua fonte :il Corano?
L’isis è una realtà nata qualche anno fa, vi siete mai chiesti che scopo ha?
Vogliono creare uno stato da sè in base alla “Sharia” espandendo i propri territori sempre di più per poi attaccare l’Occidente.
Perchè l’Occidente, insieme con alcuni paesi arabi, che potrebbero farlo con esito migliore, non interrompe questo loro obiettivo immediatamente? Perchè non mandano un esercito formato da tutti i paesi alleati nei loro rifugi? e soprattutto dobbiamo aspettarci un altro attacco europeo per avere delle reazioni da parte del nostro paese?
Non dobbiamo accettare queste tragedie con indifferenza, come se appartenessero alla normalità di ogni giorno, solo perché fermati dalla paura; spero che la coalizione di paesi potenti come: Stati Uniti, Russia, Arabia Saudita,Turchia, Iran etc… possa produrre una vittoria e che ci dia la possibilità di ritornare a vivere andando al cinema e a teatro senza guardarci alle spalle con la coda dell’occhio e senza sobbalzare al minimo rumore.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account