Ormai da circa un anno se accendiamo la televisione o se leggiamo un giornale vediamo tante notizie riguardanti il terrorismo e principalmente l’Isis. La situazione sta diventando pian piano molto tragica perché muoiono ogni giorno tantissime persone innocenti uccise dagli attacchi terroristici. In questi ultimi giorni, ovvero dopo l’attacco terroristico avvenuto in Francia, tutta l’Europa e non solo è preoccupata. Infatti in tutti i Paesi della comunità Europea sono aumentati i controlli per cercare di non far passare persone sospette al terrorismo. Dopo tutti questi attacchi, molti cittadini Italiani e non solo hanno paura di essere attaccati e quando incontrano per strada un semplice profugo si spaventano e si allontanano da lui velocemente. Beh io non dico che non ho paura di essere attaccato dai terroristi però quando vedo un profugo per strada non mi allontano da lui, anzi mi fermo e gli chiedo da dove viene e perché è in Italia. Perché se loro sono in Italia vuol dire che sono persone per bene e hanno lasciato amici e parenti per salvarsi dalla guerra e aver un futuro in Italia o in altri Paesi!

0
Commenti
  1. hamid123 5 anni ago

    ciaoo, ti dovrei dire che hai scritto un bellissimo articolo, spiegando la situazione di guerra, e la paura che hanno le persone solo incontrando un semplice profugo.
    Hai trattato bene l’argomento, e ho solo da darti i complimenti..
    Hamid…. .

  2. dada1998 5 anni ago

    Buongiorno dalla Redazione Virtus,
    secondo me hai trattato bene questo argomento pur essendo molto delicato, io sono d’accordo su quello che hai scritto, io avrei aggiunto qualche domanda per far si che il lettore si faccia le proprie idee. Per

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account