Un’autovettura autonoma è un veicolo automatico in grado di rilevare l’ambiente e la navigazione senza intervento umano con tecniche come radar, GPS e visione artificiale; attraverso questi sistemi di controllo interpretano le informazioni ricevute per individuare percorsi appropriati, ostacoli e segnaletica. Con l’introduzione della guida autonoma ci sarebbero vantaggi come la riduzione del 90% degli incidenti stradali provocati dalla distrazione del conducente che porterebbe a salvare milioni di vite l’anno oppure persone con disabilità, anziani e giovani guadagnerebbero maggiore libertà di movimento; lo scorrimento e in generale la gestione del traffico con mezzi autonomi verrebbe migliorata perché si rispetterebbero le regole e i limiti di velocità, portando anche ad una diminuzione delle emissioni. Come svantaggi bisogna inoltre considerare la perdita di posti di lavoro nel ramo degli autotrasporti e dei taxi, anche se ci sarebbe una maggiore richiesta di programmatori per costruire, progettare e migliorare i mezzi di trasporto; un altro svantaggio sarebbe quello dei costi alti di produzione e di vendita, quindi questi tipi di auto non sarebbero accessibili per chiunque, inoltre per fabbricarle si hanno maggiori emissioni inquinanti vista la loro complessità. La sfida per i progettisti sarà quella di cercare di sviluppare sistemi produttivi più efficienti ed economici.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account