L’Italia è sotto il mirino del maltempo. La Liguria vive di nuovo l’incubo dell’alluvione, ma non è l’unica a dover sottostare a questo destino: molte località che si trovano in prossimità di corsi d’acqua, mare, fiumi, laghi, combattono con questa inarrestabile minaccia che le travolge e le spazza via…
E di nuovo la gente è indignata: come è possibile che l’Italia non riesca a evitare un disastro del genere? Ogni anno è sempre la stessa storia, sempre lo stesso disastro ambientale, e sempre lo stesso stupore nel vedere che l’Italia non fa nulla, o fa poco, per proteggere il nostro ambiente, le nostre città, le nostre case, le nostre vite.
La Francia è flagellata dalle piogge, gli Stati Uniti d’America sono ricoperti dalla neve, e l’uomo può solo sottostare alla forza della natura e stare a guardare, sperando che non arrechi più danni di quanti già ne abbia procurati.
Non riusciamo più a difendere la nostra Terra: l’abbiamo sfruttata al massimo, ed ora è come se lei si vendicasse di questo massiccio deturpamento.
E si sa, la natura è più forte dell’uomo e di ogni sua arma. L’abbiamo rovinata, spremuta fino all’ultima goccia di tutte le risorse positive che poteva donarci, ed ora lei ci mostra anche il suo lato oscuro, l’unico che le è rimasto.
Ammetto di avere una visione pessimistica, e sono dell’idea che non sono gli uomini a non riuscire a difendere la Terra, ma la Terra stessa a non poter essere più protetta, in quanto siamo arrivati ad un punto di non ritorno.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account