L’uomo è sulla Terra da circa sei milioni di anni, ma per quanto tempo il pianeta sarà in grado di sopportarci? La terra oggi è in gravissime condizioni ambientali, tutte causate dall’uomo. Ma perché non riusciamo a difenderla? Perché provochiamo tanti problemi? La risposta è semplice, l’uomo è egoista e pensa soprattutto a se stesso. Per fare un esempio molto semplice, tutti conosciamo uno dei grandi problemi che ci opprimono: surriscaldamento globale. Tutti sappiamo anche come fermarlo: con la riduzione delle emissioni di anidride carbonica. E allora perché non tentiamo di diminuirla? Beh, perché questo porterebbe la chiusura di alcune industrie con la conseguenza di un minor guadagno. Certo, c’è chi si sforza per salvare il nostro pianeta, per esempio preferendo le passeggiate e la bici alle macchine ma ciò non basta; c’è bisogno della collaborazione di tutti, specialmente dei potenti. Per far capire ancor meglio l’egoismo dell’uomo si può pensare alle costruzioni abusive, costruite su letti di fiumi o su zone a rischio di frane solo per avere ulteriori guadagni per la vendita di queste. Troppo spesso accade che la gente, ignorando il pericolo, le compra, le fitta e purtroppo avvengono stragi di innocenti a causa della piena o della frana.
Concludo dicendo che spero che in un futuro (possibilmente molto prossimo) le istituzioni e i proprietari di industria si rendono conto del problema che stiamo correndo e che cerchino di rimediare.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account