Una volta le storie che c’erano sui libri, nelle canzoni o nelle foto le vivevano tutti. Che per rivivere un ricordo bastava prendere un album fotografico, inserire il vinile nel grammofono o rileggere il romanzo preferito.
Ora invece per ascoltare una canzone basta digitare il titolo su un app e la canzone viene trovata subito, oppure per fare una foto basta un cellulare e poi per conservarle bisogna solo passarle sul computer, per non parlare dei libri che ormai quasi tutti leggono su cellulare o tablet.
È vero con questo nuovo “metodo” si spendono meno soldi rispetto al passato, è più comodo, peró io penso che le cose rimanevano più impresse prime.
La storia di un libro rimaneva più impressa, per esempio io non sostituirei mai un libro con l’eBook ,perché amo sfogliare le pagine e procurarmi piccoli tagli con le pagine.
Per quanto riguarda le fotografie, penso che fosse meglio prima, quando si sviluppavano le fotografie e poi si mettevano negli album, quegli album che ti accompagneranno per tutta la vita.
Invece per la musica penso sia meglio adesso, perché é gratis e c’è una scelta molto più ampia, e poi in caso dovesse piacere qualche cantante in particolare si acquista il suo cd.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account