Cari lettori, credo che il disco nero di vinile che ancor oggi gira sui giradischi sia la mente, e il cuore sia il giradischi. Perché la nostra mente è legata profondamente ai nostri cuori, e solo grazie a questo esiste ancora un po’ di bontà a questo mondo. Sui giornali in prima pagina leggiamo“ Il cambiamento climatico, salvaguardare il patrimonio” .
Così come si sta cercando una soluzione per proteggere il mondo, dobbiamo anche cercare di ricostruire il nostro passato, il passato dei nostri nonni, dei nostri genitori, che si sono dovuti adattare nell’arco di un decennio ad uno sconvolgimento totale della tecnologia.
“Un tempo si giocava a calcio sull’erbetta, e se cadevi ti facevi male”: dice mio nonno.
Dico io, invece: “ Oggi per giocare a calcio esiste fifa 16, e mai sia dici “Cos’è?” vieni tipo “aggredita”. “
Ma tutto ciò è veramente possibile?
Nel cartone disney: Inside out , che ho rivisto qualche giorno fa , si parla di ricordi indelebili, che come tanti mattoncini della lego hanno costruito la persona che è in noi. Noi senza ricordi indelebili siamo come pesci fuor d’acqua. Nel mondo di Inside out, si parla anche di memoria a lungo termine. Questa memoria conteneva miliardi di ricordi che hanno permesso alla piccola Raily di crescere e rimanere legata al suo passato. La mia domanda, dunque è: “Noi senza ricordi dove andiamo ? Senza ricordi saremmo come quando siamo nati, mente vuota, cuore vuoto. “

Vi auguro una buona giornata da “Il nostro 24 ore” .

1 Comment
  1. martinamaida 6 anni ago

    complimenti, hai svolto un buon lavoro. Mi

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account