Al giorno d’oggi ogni ricordo, ogni viaggio, ogni azione, ogni inizio di relazione, ogni compleanno..quasi tutto della nostra vita, viene messo in una scatola chiamata cellulare o computer. Non ci sono più le foto stampate, le lettere, le cartoline..non resterà quasi nulla in mano a chi viene dopo di noi, di questa generazione. La tecnologia è un vantaggio che ormai tutti sfruttano, ma anche troppo. Ormai quasi tutti passano il loro compleanno ad aspettare gli auguri su facebook, su whatsapp dagli amici virtuali, invece che nella realtà, con un caldo abbraccio, i regali, i parenti..ormai tutti preferiscono condividere la loro vita su un dispositivo, che dopo pochi anni andrà in fumo e non ci sarà traccia di quello che hai fatto nella tua vita. Tutto quello che sappiamo su le civiltà antiche risalgono a delle fonti scritte, materiali, non a degli smartphone. Io spero veramente che resteranno delle tracce di noi, di quello che abbiamo fatto in tutta la nostra vita. Non credo che sia molto piacevole leggere nei libri futuri “questa civiltà non è molto conosciuta per le poche fonti che sono state ritrovate, a causa della troppa tecnologia utilizzata in quei tempi”. Io sinceramente, non vorrei che la nostra civiltà si “autoporti” all’oblio.

Commenti
  1. federotulo 7 anni ago

    La parte finale mi

  2. ginabuonvino 7 anni ago

    l’immagine che hai scleto

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account