Una volta con delle foto, dei CD, delle videocassette si immagazinavano delle piccole “bustine” nella nostra testa, sigillate, che restavano sempre lì ad aspettare di essere riaperte. Fino a quando un giorno si prendeva in mano una foto o un cd, e li si riaprivano esplodendo sotto forma di ricordi ed emozioni. Oggi si inseriscono cose quotidiane di poca importanza in un computer e al vederle non suscitano nessuna emozione, nessun ricordo…sono piatti. Insomma i nostri ricordi stanno svanendo e non possiamo farcu nulla.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account