con l’ascesa di Trump alla Casa bianca si sono aperte le questioni sul suo programma politico troppo “intenso”.
Con la decisione di ridurre se non bloccare le entrate di musulmani e messicani nel Paese e le sue negoziazioni ,sta letteralmente cambiando gli equilibri mondiali a suo personale favore.
Con Obama non si sarebbe mai visto insieme ai precedenti presidenti un dialogo tra il presidente americano e Putin,di ideologie letterlamente contrapposte,ma un acceso e teso discorso sulla diplomazia mondiale.
Se Trump sta eseguendo il suo programma politico,molti sono gli interrogativi sulle conseguenze che le sue azioni potrebbero avere,ad esempio il 90 % della droga usata negli Usa proviene dal Messico,e se si bloocca il Messico con il muro allora saranno gli “americani” a sfondarlo per tornare in possesso delle “loro dosi.
lo scontro con il Messico è stato sempre uno dei più grandi problemi per il paese ma è anche il piccolo scambio con il messico ad influire sull’economia sia pulita che sporca di entrambi i Paesi.
Con questo non sto inisinuando che lo spaccio e il contrabbando siano a favore delgi Usa ma il riciclo del denaro proveniente da queste attività è il vero pericolo per i due Paesi.
Se trump riuscirà ad arginare il fenomeno allora i due paesi confinanti potrebbero avere condizioni migliori ma ai di acceso dialogo.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account