Da parecchi anni oramai, l’Italia è in piena crisi e si parla solo di questo; ma allora perché lo scontrino degli italiani nel 2016 è stato di 770 miliardi di euro? La domanda sorge spontanea poiché spendiamo in cibo, ristoranti e bar circa 16 miliardi. In sms, telefonia mobile e traffico dati spendiamo 9 miliardi e 800 circa, 50 volte in più rispetto a quello che si spende per le lettere. Per il vestiario spendono più le donne che gli uomini. In carne, frutta e verdura si spendono 30 miliardi, solo 3 di questi per il caffè. Ma ci sono anche differenze che variano da regione a regione come la Basilicata e la Lombardia ecc… Se si continua così dove andremo a finire? In Italia cresce di continuo il numero dei giovani disoccupati e delle famiglie che non hanno davvero niente, e secondo alcuni, il fatto di spendere moltissimi soldi per beni materiali e non fondamentali (che a mio parere è un po’ irrispettoso nei confronti di chi ha davvero molti problemi) è perché molte persone non “accettano” i loro problemi economici e devono mantenere l’immagine di ‘benestanti’ davanti agli altri, mentre altri invece pensano che il motivo di ciò derivi dal fatto che molte persone non hanno idea di cosa significhi il risparmio. E voi che ne pensate?

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account