Purtroppo le guerre sono sempre esistite, fin dall’antichità i popoli si sono dati battaglia per i territori, per i beni, per l’indipendenza, per fattori economici ecc. Da quando l’uomo esiste, esiste pure la guerra. Ciò non vuol dire che sia un bene anzi è sinonimo di sangue, di distruzione, di violenza , è il simbolo della paura. Tutti abbiamo paura della guerra, guerra vuol dire morte. Per far fronte ai terroristi dell’Isis, l’Italia è stata invitata ad inviare un contingente militare in Libia. Penso che cercare di fermare questi terroristi che seminano sangue sia la cosa più importante da fare, però credo anche che sia una cosa sbagliata pensare alla guerra. Non sono in grado di prendere una posizione, perché non so come si possa eliminare l’avanzata dei terroristi dell’Isis senza pensare di combatterli, non riesco a schierarmi ne a favore di chi sollecita l’Italia ad una partecipazione militare, ne con chi lo sconsiglia. Io sono un pacifista e penso sempre vivi e lascia vivere, però capisco che da persona che sta alla finestra a guardare, sia sempre facile dire che ci pensi chi di dovere.

0
1 Comment
  1. mikyreporter 5 anni ago

    Bell’ articolo, ben scritto e molto scorrevole e piacevole da leggere. Hai saputo spiegare in poche parole il concetto principale dando anche un discreto tocco personale. Il titolo

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account