La guerra è uno dei fenomeni più antichi che ha unito gli uomini di ogni tempo, spesso protagonisti di sanguinose ed inutili lotte. Nonostante le innumerevoli esperienze che l’uomo ha in materia, egli continua a cadere in questa tentazione. Cerchiamo, quindi, di trovare una risposta alla domanda più importante: perché si fa la guerra? Quali sono le ragioni che spingono un popolo a prendere le armi contro un’altra nazione? Anticamente (ma anche recentemente) si usava trovare delle scusanti che giustificassero lo sfociare di inspiegabili conflitti tra i paesi. Oggi sappiamo le guerre di ogni tempo sono state combattute per motivi economico-politici. Non ultimo il contrasto in Libia, in cui l’Europa cerca di organizzare insieme all’America un offensiva contro il territorio africano. Tutto ciò avviene nonostante le costituzioni di molti degli stati coinvolti in tali conflitti (tra i quali vi è anche l’italia) ripudino la guerra come soluzione ai contrasti tra i paesi. L’uomo continua ad oltraggiare la sua Storia costellata da numerose guerre dagli esiti terrificanti esclusivamente per denaro. Siamo le marionette di uno spettacolo che viene diretto dai grandi protagonisti della scena politica mondiale, i quali non solo non combattono in prima persona ma non rischiano nulla. Dobbiamo prendere coscienza di ciò e far valere il più importante fra i diritti: il Diritto alla Pace. Come diceva il grande scrittore H.G. Wells: “Se non finiremo la guerra, la guerra ci finirà”.

0
Commenti
  1. ricanews 5 anni ago

    Molto bello questo tuo elaborato, scritto in modo chiaro e scorrevole. Riporti ottimi spunti di riflessione ed

  2. mikyreporter 5 anni ago

    Bell’ articolo, ben scritto e molto scorrevole e piacevole da leggere. Hai saputo spiegare in poche parole il concetto principale dando anche un discreto tocco personale. Il titolo

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account