Si possono pubblicare sui social media le fotografie scattate durante le recite scolastiche? Le lezioni possono essere registrate? Come si possono prevenire fenomeni come il cyberbullismo o il sexting? Quali accortezze adottare nel pubblicare le graduatorie del personale scolastico? Ci sono cautele specifiche per la fornitura del servizio mensa o per la gestione del “curriculum dello studente”?
LA SCUOLA A PROVA DI PRIVACY:
Anche in ambito scolastico, ogni persona ha diritto di conoscere se sono conservate informazioni che la riguardano, di apprenderne il contenuto, di farle rettificare se incomplete o non aggiornate. Per esercitare questi diritti è possibile rivolgersi direttamente al “titolare del trattamento” (in genere l’istituto scolastico di riferimento). Se non si ottiene risposta, o se il riscontro non risulta adeguato, è possibile rivolgersi al Garante o alla magistratura ordinaria. Diverso è il caso dell’accesso agli atti amministrativi che, infatti, non è regolato dal Codice della privacy, né vigilato dal Garante per la protezione dei dati personali.
VIOLAZIONE DELLA PRIVACY:
In caso di violazione della privacy – come ad esempio la diffusione sul sito internet della scuola dei dati personali in assenza di una idonea base normativa, oppure il trattamento dei dati senza aver ricevuto una adeguata informativa o senza aver espresso uno specifico e libero consenso, qualora previsto – la persona interessata (studente, professore, etc.) può presentare al Garante un’apposita “segnalazione” gratuita o un “reclamo”. Il “ricorso”, invece, è riservato al caso in cui il titolare del trattamento non abbia dato adeguato riscontro alla richiesta dell’interessato di esercitare i propri diritti (accesso ai dati personali, aggiornamento, rettifica, opposizione, ….) assicurati dal Codice della privacy. In alternativa al ricorso presentato al Garante, la persona interessata può rivolgersi all’autorità giudiziaria ordinaria.
Di questo documento “La scuola a prova di privacy” ho citato il prima e il dopo, cioè la privacy e la privacy violata. In poche parole, una qualsiasi cosa che pubblichiamo o che condividiamo sul web resta, ma soprattutto dopo che siamo a conoscenza di questo dobbiamo anche essere consapevoli di ciò che pubblichiamo, se in quel “oggetto” che condividiamo sui social o sul web ci può essere una cosa privata, oppure semplicemente se postiamo su facebook una foto con un nostro amico/a senza il suo consenso.
Pubblicare sui social, per noi ragazzi principalmente, sembra così scontato non facciamo attenzione a nulla, non facciamo attenzione a queste cose.
Siamo noi gli editori di quello che pubblichiamo a partire da media personali fino ad arrivare a pubblicare foto,registrazioni o video di altre persone di cui non abbiamo l’autorizzazione.
Ad esempio a scuola:la regola del telefonino. Alcuni istituti permettono di usare il telefonino in classe quindi non tenendo conto che gli alunni potrebbero scattare foto o registrazioni a loro insaputa; altri istituti permettono l’uso del telefono solo per uso personale (registrare le lezione per studiarla a casa)come ha affermato Luca Tremolada nella presentazione.
L’uso del telefonino è ancora un punto interrogativo per molte scuole e secondo me rimarrà tale, perché molti non si fidano ad autorizzare i propri alunni per paura che vengano scattate e pubblicate foto sui social e invece altri, danno l’autorizzazione,raccomandandosi; ma se qualche registrazione o video va a finire nei social, agli alunni interessati aspetterà una bella punizione.
Termino affermando che,a mio avviso, il telefono non va usato in classe,per tutti i motivi di privacy e per evitare distrazioni; è più facile ascoltare la lezione prendendo appunti, con questo metodo si riesce a memorizzare di più la lezione e molti di più sono i vantaggi rispetto ad una registrazione.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account