Un nuovo argomento, discusso anche nelle scuole, che interessa il 99,9% dei giovani, sono proprio i social network. Facebook, per esempio, tutti siamo ormai su questo social, tutti pubblichiamo foto, link, stati, e tutti possiamo andare a sbirciare sui profili di altra gente, anche solo per curiosità; la stessa curiosità che giorno dopo giorno si trasforma nella violazione della privacy.
Dobbiamo precisare un altro piccolo problema però, la colpa non si attribuisce solo a chi sbircia nei profili altrui, ma anche a gente che rende la propria vita a pari a un social, tutto viene pubblicato, si conosce tutto di tutti e probabilmente la cosa non turba nessuno. Molte volte i social possono essere una cosa positiva per sentirsi con persone lontane che non vedi mai, ma altre volte può portare a rischio la vita di alcune persona per via di video o informazioni private pubblicati con ‘ingenuità’. Celebre è il caso di Tiziana Cantone che per un video hot finito su YouTube si è suicidata.
A volte non è bello far sapere determinate informazioni su Facebook poiché le stesse potrebbero essere lette da persone sconosciute e portare ad eventi sgradevoli come incontri pericolosi, violenze fisiche e psicologiche. Possiamo essere anche definiti degli ‘editor’ grazie a questo social e molte volte ciò che avviene a scuola, viene commentato o anche pubblicato dai ragazzi violando diritti di privacy e colpendo la sensibilità della persona in causa.
Il modo in cui usiamo Facebook nella nostra generazione, penso che stia degenerando e le persone hanno veramente bisogno di far sapere dove vanno giornalmente, i posti che visitano oppure è solo una ‘scusa’ per vantarsi delle proprie cose? E ovviamente per colpa di tutto questo non ci si accorge del rischio della diffusione dei propri dati.

0
Commenti
  1. toninho 4 anni ago

    Veramente un gran bel testo!!! Hai proprio ragione e scrivi molto bene, e le tue idee sono pi

  2. arizona 4 anni ago

    Ciao Chicca2001!
    il tuo testo mi

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account