Oggi i mass media come la televisione e i giornali, sia cartacei che online, costituiscono, di gran lunga, lo strumento più rilevante per l’informazione e la diffusione delle notizie nel mondo. Proprio per questo sono molto importanti e quasi indispensabili per la nostra società, eppure secondo molte persone influenzano l’opinione pubblica al punto tale da riuscire a distorcere le notizie e farci apparire importanti notizie futili o a non farci pervenire notizie molto importanti. Un esempio che può mostrare come la diffusione d notizie possa cambiare l’opinione pubblica col tempo è quello dei migranti morti nel Mediterraneo e dei morti per mano dell’Isis. Infatti i telegiornali e i principali quotidiani sembrano affrontare l’argomento in maniera ordinaria, da un lato è vero che, sfortunatamente, questi episodi accadono sempre più spesso, però la morte di una persona, o in molti casi di più persone, non dovrebbe mai essere una notizia banale. In effetti è sempre più una cosa ‘normale’ per noi vedere scorrere cifre e sentire numeri di morti. Questa questione dovrebbe far preoccupare la società stessa perché non è mai un bene rimanere impassibili davanti a certe notizie. Per migliorare la sensibilità dell’opinione pubblica che è di immensa rilevanza per il benessere della società bisognerebbe modificare il modo di mostrare i fatti e l’importanza data a questi ultimi. Inoltre la stessa società dovrebbe interessarsi di più all’andamento del mondo in generale invece di valutare le morti del proprio Paese o del proprio continente in maniera diversa rispetto a morti in Paesi che ci sembrano lontani.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account