Robot e intelligenza artificiale sono temi molto toccati e molte sono le previsioni fatte su essi: saremo sostituiti completamente? Ci sarà un’integrazione positiva? Su questo tema sono stati scritti libri, girate serie TV e film (per esempio Ex Machina o Humandroid) che ovviamente, divagando, hanno dato risposte diverse sia positive che negative a seconda del creatore. Il punto è: realmente cosa potrebbe accadere? Certamente i lavoratori verranno rimpiazzati perché più si lavora su queste A.I. (Artificial Intelligence) e più queste riescono a superare la capacità umane. Non si può oltretutto mettere in dubbio la loro perfezione nel lavoro, basti pensare alla rivoluzione industriale che ha veramente migliorato i prodotti. Però nonostante tutte le programmazioni più raffinate e anche la nostra probabile sostituzione da parte di questi robot, non bisogna dimenticare che la mente umana non solo è in grado di sapere applicare una decisione, ma anche quando è più opportuno farlo; un esempio è che non esisterebbero più gli avvocati d’ufficio, perché il sistema considererebbe automaticamente la persona colpevole senza neanche garantire la sua incolpevolezza. Quindi, in un futuro abbastanza vicino e probabile saranno inseriti nel mondo del lavoro questi fantastici macchinari che lavoreranno meglio di qualsiasi altro essere umano, che però aumenterà negativamente sia la disoccupazione che l’inflessibilità del sistema.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account