Nell’ultimi trent’anni la tecnologia ha fatto passi da gigante e grazie ad essa abbiamo raggiunto traguardi che poco tempo prima sembravano irraggiungibili. Ormai essa è parte integrante delle nostre vite, ovunque ci spostiamo siamo sempre circondati da apparecchi tecnologici. Nonostante gli impressionanti risultati ottenuti la volontà di migliorare e di perfezionarsi non è mai diminuita e ciò ha permesso agli scienziati di spingersi sempre oltre, raggiungendo risultati incredibili. Negli ultimi anni il potenziamento tecnologico si è spinto verso la costruzione di robot che possano imitare le capacità umane, le cosiddette intelligenze artificiali, e in alcune occasioni, come ci dicono alcune prove, sono addirittura riusciti a superarci.
Una delle principali conseguenze di questo sviluppo è la progressiva sostituzione dell’uomo con i robot in vari ambiti lavorativi e questo trend sarà destinato ad aumentare nei prossimi anni. Sicuramente alcuni dei settori che risentiranno maggiormente di questi cambiamenti saranno quelli delle comunicazioni e dei trasporti. Nel primo sarà quasi inevitabile la scomparsa del postino sostituito dall’e-mail, mentre nel secondo un esempio a noi vicino di questi cambiamenti è la metropolitana di Torino in cui non c’è più bisogno di un conducente che guidi il treno. Nonostante tutto la presenza dell’uomo sarà comunque indispensabile poiché è necessario che qualcuno supervisioni il buon funzionamento delle macchine, infatti come noi dobbiamo riposarci i robot avranno sempre bisogno di una manutenzione.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account