Quante volte giocando a scacchi contro il computer lui ha vinto, anche giocando a fifa ha vinto lui. Però spesso l’ho battuto e ne sono rimasto soddisfatto e mi sono detto :”Beh anche l’uomo fa la sua parte”! E’ così abbiamo creato e voluto la tecnologia e ora ci mette sotto. Ma può la mente dell’uomo essere sopraffatta dalla “mente “ dei robot. Finiremo per essere comandati e sostituiti o avremo ancora la possibilità di esserci? Non so tante volte me lo chiedo, forse un po’ succube dei film di fantascienza mi domando verremo sostituiti dai cosiddetti robot come nel caso della badante di metallo koro o come il chirurgo del brano “Il segregazionista” di Isaac Asimov, che racconta di un medico con un cyber cuore che quando opera per rendere sterili le mani le mette nel forno e le rende incandescenti. Non so rispondere o meglio non oso rispondere perché questo futuro prossimo mi fa un po’ paura. Che dire delle professioni lavorative di un padre di famiglia che tutto ad un tratto vengono meno perché prossima la sostituzione dell’essere umano con il progresso tecnologico? Dalle mie parti ci sono artigiani che in un paesino di montagna creano a mano le forbici, in un altro paese creano giochi componibili fatti in legno anch’essi rigorosamente lavorati a mano, non tralascio degli oggetti di vetro naturalmente fatti a mano. Ci sarà domani un robot capace di creare , non dico di sfornare meccanicamente oggetti, questo già succede, ma di inventare, di creare con la fantasia, non lo so,così più che chiedermi che mestieri spariranno mi domando ci saremo ancora?

Commenti
  1. ricanews 6 anni ago

    Caspita una domanda decisamente forte, quella che hai posto in conclusione a questo bellissimo articolo! Hai esposto bene l’immaginario a cui potremmo tendere e i film di fantascienza influenzano non poco. Sicuramente il rischio di perdere alcuni mestieri

  2. leandro199 7 anni ago

    hai scritto un ottimo articolo, e nel complesso il tema

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account