commerciale, industriale o politica, il ventesimo secolo a mio parere è stato quello della rivoluzione informatica, una rivoluzione che ancora non è terminata e sarà destinata a durare per molti anni a venire.
Tutto questo però mi fa pensare e nella mia testa sono sorti dubbi che prima non avevo; abbiamo ancora una privacy? Perché se ci pensiamo questa rivoluzione ha molti pregi, come per esempio la possibilità di contattare e vedere un nostro parente nonostante si trovi dall’altra parte del mondo, ma chi ci dice che le nostre conversazioni non sono controllate? La sicurezza non potremo mai averla.
Un fenomeno che sta dilagando soprattutto nei social network è quello del furto d’identità, ovvero il furto degli account facebook, instagram, twitter ecc. Senza contare che ormai si fa un uso eccessivo di internet ed è diventato indispensabile per la nostra vita quotidiana.
Io però non voglio guardare solo il lato negativo della medaglia, poiché è anche vero che senza l’aiuto della tecnologia, ancora oggi molte malattie non sarebbero curabili; molti anziani che sono impossibilitati a muoversi da casa per problemi di salute, possono svolgere qualsiasi manzione da casa collegandosi al computer.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account