Pensando alla mia “vita” su Internet, e quindi sui social network, sono contento di non ricordarmi alcun post o foto che possa “compromettere” il mio futuro nel mondo del lavoro.
Per fortuna, sono sempre stato abituato dai miei genitori a come comportarmi in rete: mai mandare foto a persone sconosciute che si fingono nostri amici; mai dare informazioni personali su qualsiasi sito etc…
Dopo aver ricevuto queste indicazioni, mi sono sempre “mosso” su Internet con molta attenzione, sapendo i rischi che si potevano correre, ma che tutt’ora non sono cambiati.
Quando mi iscrivo a qualche sito, prima controllo che sia sicuro, poi fornisco solamente i dati necessari all’iscrizione, senza aggiungere dati secondari e personali.
Ogni tanto mi chiedo cosa diranno da grandi quei ragazzi che oggi pubblicano sui social network foto e stati “volgari”, oppure che scrivono in modo grammaticamente scorretto. Quando un giorno si dovranno fare i colloqui di lavoro, i direttori vorranno vedere, oltre al curriculum classico, anche il curriculum riguardante la “vita” su internet. Perciò, già da ragazzi, evitiamo di scrivere o pubblicare cose non adatte, perché potrebbero compromettere il nostro futuro.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account