Il progetto GPT-3 (Generative Pre-Trained Transformer 3) è stato creato da OpenAI nella Silicon Valley.
GPT-3 rappresenta un nuovo linguaggio informatico su larga scala che consente di rispondere a domande complesse con frasi complete.
Date le sue capacità tecniche, GPT-3 consente di tradurre il linguaggio naturale in codice del sito web.
GPT-3 ha mostrato un enorme potenziale non sfruttato ed è destinato a cambiare lo stato dell’intelligenza artificiale. In altre parole, GPT-3 è in grado di creare contenuti adatti a qualsiasi scopo, fornendo dialoghi in tempo reale basati su conoscenze apprese in precedenza, anche in stili linguistici diversi.
GPT-3 potrebbe rappresentare l’ultimo pezzo evolutivo di sistemi di intelligenza artificiale in grado di espandersi autonomamente senza controllo umano verso prospettive di sviluppo senza precedenti.
Tuttavia,a nostro parere, questo sistema potrebbe creare dei problemi per quanto riguarda il linguaggio.
In tal senso, alcuni studi hanno dimostrato che il sistema GPT-3 tende ad amplificare la diffusione del pregiudizio attraverso l’uso di stereotipi legati alla razza, alla religione e alle informazioni di genere.
Di conseguenza, si crea un processo decisionale distorto che richiede la supervisione umana.
Non è un caso che gli stessi sviluppatori di GPT-3 abbiano informato gli utenti delle conseguenze negative dell’utilizzo del sistema. Altrettanto preoccupante è il pericolo che il sistema GPT-3 potrebbe rappresentare in termini di diffusione della disinformazione. Può trasmettere messaggi falsi e fuorvianti utilizzando un “testo umano convincente”.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2023 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account