La guerra tra Ucraina e Russia è un fatto recente che ha portato il mondo ad unirsi per l’Ucraina e per gli attacchi che la Russia chiama “ operazioni militari” per far credere al popolo russo che ciò che stanno facendo sia per il loro bene e cercano di oscurare le morti, infatti Putin ha tolto Twitter e Facebook dalla Russia e nei giornali russi tutto ciò che viene scritto è diverso dalla realtà.
I giornali e i notiziari di tutto il mondo cercano di tenere aggiornati le persone di tutto il mondo inviando giornalisti sul posto degli attacchi dove rischiano ogni giorno per portarci la dovuta informazione.
Un esempio è l’ospedale pediatrico ucraino che è stato abbattuto dai russi, portando morti e feriti.
Tutto ciò è stato giustificato da Putin ai russi rivelando che non era presente nessun bambino. Ha convinto è costretto molti influencer russi a giustificare che la guerra fosse una semplice “operazione militare”. Ma l’attacco mediatico è più forte e infatti molti russi sono a conoscenza di ciò che sta accadendo e in più di 20 paesi della Russia, stanno protestando contro questa guerra, che più che una guerra è un vero e proprio genocidio.
Tutto ciò porta alle persone ucraine una cosa cioè quella di fuggire ma molti uomini ucraini sono andati a combattere per voler proteggere la propria terra e cercare di difendersi dagli attacchi.
Gli ucraini fuggono nei paesi più vicini come la Polonia o la Romania e cercano di farlo a piedi o in autobus. Molte altre persone vengono anche in Italia dove molti volontari stanno cercando di aiutarli.
I volontari di tutto il mondo sono determinanti per questa guerra perché stanno facendo un grande lavoro, per aiutare gli ucraini.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account