Il termine multiverso nel campo tecnologico non è in realtà propriamente corretto. Con multiverso s’intende, nel senso scientifico della parola, l’ipotesi che postula l’esistenza di universi fuori dal nostro spaziotempo, chiamati anche dimensioni parallele. Questa teoria nasce dagli scrittori fantascientifici di fine ‘800 e ‘900, che la utilizzavano per giustificare le numerose avventure dei personaggi. Solo recentemente i fisici hanno cominciato a studiare le varie ipotesi e a creare numerose teorizzazioni del multiverso possibile. Invece con il termine metaverso, coniato sempre da uno scrittore fantascientifico, si intende un universo virtuale nel quale ci si collega via internet. Nel metaverso grandi multinazionali, brand, artisti e tutti gli interessati vedono una possibilità di generare un guadagno, infatti si stima che il mercato che gira intorno al metaverso valga circa 800 miliardi di dollari. Appunto questo perché il sistema gira tutto intorno al guadagno e alle nuove valute digitali, che sono il vero mezzo di scambio. Forse in futuro si troveranno dei metodi più “socialmente utili” per utilizzare il metaverso, per ora siamo solamente all’inizio. Bisogna però ricordare che ci furono diversi tentativi in passato di creare sistemi simili, per esempio Second Life, rilasciata nel 2003. Questo software, concepito come un videogame, sembrava stravolgere il mondo per come era pensato e inizialmente venne gettonato molto, numerose furono le persone che vi investirono valute non virtuali e avviarono vere e proprie attività. Dopo non molto tempo perse la sua fama tanto che oggi non se ne parla più ed è relegato solo ad una cerchia ristretta. Anche per quanto riguarda le criptovalute sono stati fatti diversi tentativi a partire dagli anni ‘80 ma tutti fallirono. Questo fenomeno sembra raggiungere la portata del fenomeno dei social network, a cui tra l’altro si appoggia, e quindi viene considerato da molti come la nuova frontiera. Soprattutto sui social, il metaverso, viene presentato come una vera e propria miniera di possibilità, al pari della corsa all’oro del XIX secolo in America. C’è anche da dire però che non ci può essere una profonda analisi delle conseguenze di questo fenomeno, poiché è molto giovane e si è diffuso solamente in questi due ultimi anni. Quello che è certo è che le grandi aziende o le persone si stanno spostando sul metaverso con l’intento di arricchirsi, cercando di prendersi il posto migliore. Non è possibile affermare se l’umanità è pronta o no a questo, ma sembra che sempre più persone tentino di creare il proprio spazio in questo mondo virtuale che attrae molto e si sta diffondendo sempre più.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account