L’Istituto Nazionale di Statistica ha recentemente pubblicato uno studio, condotto nel corso degli ultimi mesi, riguardante il comportamento degli italiani nei confronti della cosiddetta “seconda ondata” di Covid-19. Dato che i numeri, quando presentati secondo una logica, difficilmente mentono, questa analisi non può che essere un’opportunità per avere, in un periodo in cui la realtà viene costantemente manipolata secondo opinioni, una visione chiara e quanto più oggettiva di come effettivamente gli italiani stanno reagendo a questo periodo. Nonostante i cittadini siano stati spesso dipinti come una manica di irresponsabili e menefreghisti, dal rapporto appare innanzitutto come il 93% di quest’ultimi abbia sempre utilizzato la mascherina nei luoghi aperti, mentre l’84% la ha indossata anche al chiuso insieme a non conviventi, numeri che, per quanto evidentemente insufficienti nello scongiurare questa situazione di crisi, non sembrano affatto essere in linea con le descrizioni proposte da media e politici. Altro dato interessante è il fatto che solamente 7 cittadini su 10 avrebbero intenzione di vaccinarsi qualora consigliato, una percentuale bassa – e di questo bisogna ringraziare moltissimo tutti i giornalisti che si sono stufati, o forse non erano in grado, di far bene il proprio lavoro – ma tutto sommato il problema non si pone dato che non sembra esservi neanche la minima intenzione di vaccinare per tempo questo 70%. Lo studio dimostra inoltre come 4 italiani su 5 continuino a ritenere utili gli accorgimenti da adottare e chiare le informazioni ricevute su come farlo, dato che, se unito ai positivi giudizi di fiducia verso le istituzioni, dimostra come i cittadini siano tutto sommato ancora propensi a seguire le disposizioni proposte dal governo, che, soprattutto se messe sotto questa luce, non sembrano essere totalmente adeguate. Piuttosto che capire dove i cittadini si sono disinformati maggiormente, sarebbe stato interessante sapere in quanti ritenevano di aver chiaro il piano attuato dalle istituzioni per far fronte a questa pandemia, giusto per avere conferma di non essere l’unico ad essere convinto dell’assenza di un piano del genere.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account