Una circolare del Ministero della Salute, guidato da Roberto Speranza, a seguito delle indicazioni dell’Ema (European Medicines Agency) e dell’Aifa (Agenzia italiana del farmaco) ha inviato alle Regioni, alle Istituzioni e alle Associazioni il consenso a somministrare il vaccino AstraZeneca ai soggetti over 60. L’appoggio del “Comitato Tecnico Scientifico”, addetto al superamento dell’emergenza epidemiologica dovuta alla diffusione del Coronavirus, ha dato attuazione alla menzionata circolare: in essa, si ribadisce che il vaccino è approvato per tutte le persone che hanno più di 18 anni di età, ma, in particolare, se ne raccomanda un “uso preferenziale” per chi ha un’età superiore a 60 anni, in quanto “il rischio di tipo tromboembolico è in questo caso più basso” (www.repubblica.it). La notizia è confermata anche dal giornalista Marco Ludovico (www.ilsole24ore.com).
In ogni caso, il problema è questo: chi, non essendo incluso nella categoria degli over 60, ha già fatto la prima dose è, in alcuni casi, destato da preoccupazione, al punto di non sapere cosa fare con la seconda dose. Farla o meno?
Magari non c’è fondamento in tali dubbi ma, comunque, essi contribuiscono a frenare gli effetti positivi delle campagne vaccinali. Il disorientamento dell’opinione pubblica, infatti, ci allontana dall’ obiettivo fondamentale: la tanto sospirata immunità di gregge.
Volendo provare a capire le ragioni di questa sorta di inversione di tendenza, si può ipotizzare che essa dipenda, in particolare, da motivi economici. Infatti, ampliare il campo di applicazione di AstraZeneca significa risparmiare: se confrontiamo i prezzi delle dosi dei vaccini, lo comprendiamo in maniera ancora più chiara. Il sito www.aboutpharma.com rende trasparenti questi dati: una dose di Vaxzevria (ex AstraZeneca) costa €1,78; una dose di Moderna costa $18…

2+
avataravatar
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account