Uscito vincitore dalle elezioni presidenziali americane dello scorso novembre, il democratico Joe Biden dal gennaio 2021 governa effettivamente gli Stati Uniti e con sempre più rilevanti differenze rispetto al predecessore repubblicano Donald Trump.
L’appoggio alle minoranze nella lotta per combattere le disuguaglianze e la determinazione nell’affrontare i crescenti problemi legati al cambiamento climatico sono caratteristiche dell’azione di Biden, contro il rafforzamento dei legami con discusse potenze come la Russia di Putin e la Nord Korea di Kim Jong Un che è stato invece il primo obiettivo dell’ex presidente Trump.
A proposito del governo di Mosca, l’attuale inquilino dello Casa Bianca si è espresso in maniera fin troppo chiara:” Putin è un killer e pagherà per aver interferito nelle elezioni (americane)”. Ancora senza prove evidenti, Biden ha dunque pubblicamente attaccato il presidente russo, accusandolo di essersi intromesso nelle elezioni nella speranza di far vincere Trump, nonché di essere il mandante di diversi omicidi. Tagliente la risposta di Putin: “Auguro a Biden una buona salute, in maniera sincera, e voglio ricordare che CHI DICE SA DI ESSERLO non è solo un semplice gioco per bambini, ma cela un fondo di verità”. Lo scambio di battute ha rotto l’equilibrio mantenuto da Trump e il mondo sta tenendo il fiato sospeso per via della gravità delle affermazioni dei due capi di stato.
Per provare a riappacificare il clima teso che si è creato, Biden ha poi pubblicamente invitato il presidente Putin per il summit virtuale sul clima, al quale parteciperanno 40 capi di stato, in modo da inaugurare il rientro nell’accordo di Parigi della superpotenza americana, che ne era uscita per decisione del solito Trump.
0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account