Ci si è recentemente accorti di un fatto di grande importanza risalente allo scorso anno: nel primo semestre del 2020 vi è stata una diminuzione generale degli omicidi, accompagnata però da un aumento dei femminicidi preoccupante, poiché i dati mostrano che sette donne su dieci sono uccise in episodi di violenza domestica, e non di criminalità organizzata. Il fatto non a caso si è verificato in un periodo particolarmente delicato, che ha visto l’intera popolazione italiana rinchiudersi all’interno del proprio domicilio per diversi mesi, con conseguenze psicologiche indelebili. È probabile che la decrescita degli omicidi sia dovuta alla situazione di reclusione che tutti hanno subito, ed è altrettanto intuibile che la stessa situazione abbia influito sulla crescita dei femminicidi: lo stare costantemente nelle vicinanze del proprio partner o familiare senza avere la possibilità di svagarsi all’aperto è fonte di discordanze e litigi, che molto spesso hanno causato la morte delle persone appartenenti al genere più indifeso. Nel periodo che stiamo vivendo adesso è probabile che questo fenomeno cambi nuovamente, ma è chiaro che bisogna comunque adoperarsi in tutti i modi affinché i suddetti avvenimenti tragici non abbiano più luogo.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account