Al giorno d’oggi, soprattutto in questo periodo di distanziamento sociale, si è delineata l’essenzialità di Google, ma più in generale di Internet. Siamo sempre tutti connessi e collegati, ad ogni minuto, per le lezioni online ad esempio, ma anche per lavoro o per semplice passatempo e svago. Lunedì 14 dicembre, si è potuto infatti vedere come un solo malfunzionamento di Google, durato meno di un ora, sia riuscito a bloccare innumerevoli attività. In realtà non si parla solo di Google, inteso come il motore di ricerca, ma ogni piattaforma derivata, come Google meet, google classroom, ma anche le email o Youtube, in sostanza, per un attimo, si è completamente fermata qualsiasi cosa. La questione difatti ha fatto molto scalpore e subito tutti ne parlavano come una notizia sconvolgente e impressionante. Effettivamente noi ci appoggiamo interamente ad internet, quasi tutto quello che facciamo ne dipende ed un malfunzionamento avrebbe portato ad un blocco totale delle attività quotidiane, come delle videolezioni, ma anche come dei lavori. Possiamo così capire quanto ormai siamo legati alla tecnologia e quanto potere le diamo, nonostante sia anch’essa imperfetta. Spesso capita infatti che internet non vada o che instagram, per esempio, si blocchi. Non sempre tutto funziona correttamente nel modo migliore, e per questo risulta indispensabile la presenza di regole che limitino il maestoso potere che oggi hanno assunto i giganti del web, per proteggere innanzitutto noi stessi.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account